Volando sopra i ghiacciai

Sono ad Heines - Alaska

Zaino in spalla arrivo all'hotel Halsingland. Oggi vado a vedere se si può volare. Ho deciso questa pazzia ieri sera. In questo piccolo villaggio ci sono solo poche agenzie. Quando arrivo verso le 9 la trovo chiusa e cosi invece dell'aereo decido di prendere la bici. Vado verso il lago che si trova a 9 miglia dal centro. Fortunatamente non ci sono salite. La giornata è bella, il sole riscalda e anche il panorama mi piace. Quando arrivo al lago per me è già ora di rientrare. Faccio solo qualche foto e torno per fare un'altro tentativo in agenzia per cercare un volo sopra i ghiacciai della zona. Vedere un pezzo di Alaska dall'alto deve essere un'esperienza più che emozionante, anche se dovrò salire su quei bimotori che non danno molta fiducia.

La ragazza dell'agenzia dopo un paio di telefonate mi propone l'unica occasione della giornata; Il volo non è un tour classico. Mi spiega che dovremmo andare a prendere un ragazzo che per due settimane ha vagato da solo nel nulla e adesso lo riporteremo a Haines. Partirò alle 15,00 quindi ho il tempo per una visita al museo e una passeggiata fino a Battery Park. Viene voglia di fare il bagno.

All'ora stabilita la ragazza gentilissima mi porta al piccolo aereoporto dove incontro il pilota. Facciamo benzina e poi si parte. La giornata è limpidissima e sotto di me sfilano una serie infinita di ghiacciai per poi arrivare in una spiaggia che sarà la nostra pista di atterraggio. Fermato l'aereo aspettiamo il ragazzo che sbuca dopo pochi minuti. Sembra molto contento di vederci. Mi piacerebbe farmi raccontare molte cose di questa sua vacanza estrema tra orsi e ghiacciai. All'aereoporto c'è di nuovo la ragazza ad aspettarmi che mi riporta in città.

Compro qualcosa da mangiare al supermercato e poi mi siedo all'aperto guardando il mare . Bella Haines, mi rimarrà un bel ricordo.

Go to top