Arrivo a Katherine il 10 settembre 2007 e mi sistemo all'YHA Kookaburra Backpackers Lodge Hostel. Il giorno seguente alle 8 sono pronto per andare a prendere il bus che mi porterà al Nitmiluk National Park. Quello che una volta si chiamava Katherine National Park, è stato restituito alla popolazione aborigena e ribattezzato Nitmiluk. Questo parco di impressionante bellezza comprende 13 gole che si possono visitare camminando o andando in canoa o in barca. Io ho preferito camminare nonostante la temperatura molto elevata e le mosche che mi hanno accompagnato per tutto il percorso. Per tutte le informazioni di cui si ha bisogno, non può mancare una visita al Nitmiluk Visitor Centre.
Scelgo un sentiero che mi porterà al Batterfly Gorge e che per la sua lunghezza mi da la possibilità di tornare in tempo per riprendere il bus per tornare a Katherine.
Se siete da queste parti non dimenticate di portarvi molta acqua anche se durante il percorso si trovano dei grandi contenitori con acqua potabile.
Ad ogni curva del sentiero scorgo sotto di me il Katherine River con panorami indescrivibili soprattutto se la giornata e limpida e asciutta. L'acqua del fiume è cosi tranquilla che viene voglia di fare un bagno. Varrebbe la pena di rimanere almeno due o tre giorni. E' stata un'altra esperienza indimenticabile. Alla fine credo di aver fatto circa 15 km tra andata e ritorno ammirando il Katherine Gorge dall'alto. Una volta che il sentiero finisce sono stato circondato da tantissime farfalle che mi hanno dato il benvenuto mentre rimanevo in contemplazione di quel posto meraviglioso.
Per chi si trova a Katherine c'e' la possibilità di visitare la School of the Air, oppure un'altra visita interessante è al Katherine hot spring. Ci si arriva con una camminata di un paio di Km e si può fare un bel bagno rinfrescante dato che il caldo a settembre si fa già sentire da queste parti. Superata la mia paura "coccodrilli", ho visto delle persone che si stavano rilassando in acqua.  Il posto era proprio invitante e ci ho messo un attimo a tuffarmi anche io.

Go to top